10 novembre 2008

IT - Primo comandamento: organizzarsi!

Ultimamente ho l'impressione di perdere un po' troppo tempo.
Alla fine della giornata ho passato almeno quattro ore davanti al pc e non ho fatto altro che informarmi, leggere blog altrui, leggere molte delle centinaia di email che passano per le mailing-list alle quali sono iscritto, leggere e, se posso, rispondere alle domande che vengono fatte sul forum di KDE-Italia. Aggiornare alle modifiche dell'ultima ora, e compilare, alcuni dei progetti più interessanti relativi a KDE.
Il problema è che tutto ciò, seppur divertente ed interessante, è controproducente sia dal punto di vista universitario che dal punto di vista dei contributi che posso dare al mondo del free software.
Prendo allora una drastica decisione che spero mi aiuterà in futuro a conciliare il tempo che passo davanti al pc con quello che dovrei passare sui libri o sul (futuro)lavoro. Mi tocca quindi decidere quali progetti seguire, quali abbandonare, quali sostenere con la mia seppur minima partecipazione di traduttore e beta-tester:
Prometto che d'ora in poi seguirò con profonda attenzione solo i seguenti progetti:
  • Kdenlive - uno stupendo editor video esterno al progetto KDE, ma sviluppato sopra le tecnologie di quest'ultimo. Partecipo con la traduzione e il beta testing
  • digiKam - Il più impressionante software di gestione di archivi fotografici che il pianeta abbia mai visto! Questo è un progetto interno a KDE. Lo seguo semplicemente per tenermi informato sul suo stato, ma non ho mai dato una mano in maniera concreta se non pubblicizzandolo.
  • Kopete - Un programma di messaggistica multiprotocollo che supporta, tra gli altri, MSN, yahoo! e Gtalk. Anche questo lo seguo in quanto aspetto che sia stabile una versione per Windows.
  • Amarok - Quello che a mio avviso sarà uno dei software di KDE che stregherà gli utenti windows che, dopo averlo utilizzato per un po' non dormiranno più finché non passeranno a Linux! Questo progetto mi piacerebbe seguirlo con più attenzione, revisionarne la traduzione (che è già in buone mani) e fare una buona e sana caccia di Bug!

Molti altri progetti interni a KDE sono degni di nota (Per quanto concerne il MIO campo d'interesse) ma, come detto sopra, il tempo è tiranno e non posso seguire tutti i progetti che mi interessano o ai quali vorrei dare un discreto supporto come traduttore o beta-tester, come (cercateli su google) Marble, Kmail, Koffice, Plasma, Kdeedu... ce ne sono veramente tanti! Tutti ottimi software liberi e disponibili (ora o in un futuro prossimo) per Linux, Windows o Mac OS X.
Posta un commento