14 gennaio 2009

IT -Le Qt 4.5 verranno rilasciate sotto licenza LGPL

Come molti di voi ricorderanno, Nokia è l'attuale legittima proprietaria del Marchio Qt Software (ex Trolltech) e dell'insieme delle librerie che formano il toolkit omonimo Qt. Queste librerie sono da sempre alla base dell'ambiente desktop KDE che da ormai un anno utilizza (anche se lo sviluppo è iniziato molto prima) la versione 4 delle suddette librerie.
Seppur prodotte da un'azienda, queste librerie sono rilasciate oramai da molti anni sia sotto una licenza libera (GPL) che ne permetteva l'impiego nella creazione di software open source rilasciato sotto una licenza compatibile, sia sotto una licenza commerciane che ne permetteva l'utilizzo nella creazione di software proprietario,
Ma le cose cambieranno presto. Nokia ha infatti deciso di rilasciare la famosa libreria, a partire dall a versione 4.5 delle Qt prevista per Marzo 2009, sotto licenza LGPL, soppiantando così l'utilizzo della GPL.
Ma cosa significa? Semplice: con la licenza GPL tutto il software che veniva creato utilizzando le Qt doveva essere rilasciato sotto la stessa licenza. La licenza LGPL invece non prevede limiti nell'utilizzo delle librerie che, seppur non alterabili e non integrabili con software che non sia legalmente compatibile (ad es. non posso essere modificate senza che queste modifiche vengano rese pubbliche), possono essere utilizzate nella creazione di software sotto ogni licenza, libera o no. Questo rende le Qt utilizzabili da qualsiasi azienda voglia creare software, proprietario o no, senza per questo rinunciare alla libertà di utilizzare, senza costi, uno dei toolkit migliori attualmente disponibili sul mercato. Nokia comunque continuerà ad offrire le Qt sotto contratti privati e assistenza a pagamento.
Ma tutto questo per quale motivo? Cosa ci guadagnano? Il fatto è che le Qt, fino a circa un anno fa, erano prodotte da un'azienda che dalla vendita delle licenze proprietarie sulle Qt traeva i suoi profitti. Nokia invece, attuale proprietaria, è più interessata a far utilizzare le Qt nella maniera la più ampia possibile, togliendo quindi i vincoli legali che impedivano a molte aziende di sviluppare il proprio software con le Qt. Oltretutto anche lo sviluppo delle Qt stesse verrà aperto maggiormente alla comunità, con tutti i benefici (per entrambe le parti) che ciò comporta. La comunità KDE accoglie con felicità la notizia e non vede l'ora in cui le Qt 4.5 verranno rilasciate! Il sottoscritto intanto invita tutti a tenere d'occhio i prodotti Nokia del 2009, sperando nell'uscita dei tanto attesi tablet e cellulari basati su GNU/Linux e Qt (e parti di KDE).
Posta un commento