16 novembre 2008

Elogio a KMail

KMail è il client di posta elettronica integrato nell'ambiente desktop KDE. Inizialmente sviluppato come applicativo solitario è stato, col tempo, integrato con l'ambiente di gestione dei dati personali Kontact. Nell'ultimo anno KMail è stato rivisto e corretto in vista del passaggio generale dell'ambiente desktop alla versione 4, passaggio che ha modificato radicalmente le basi tecnologiche di tutto l'ambiente desktop e che ha richiesto una riscrittura generale di tutte le applicazioni che utilizzavano tali tecnologie. KMail è stato reso disponibile nella nuova veste per KDE 4 con il rilascio della versione 4.1 di quest'ultimo, avvenuta lo scorso agosto. Ora, a quasi un anno di distanza dal lancio mondiale di KDE 4 avvenuto al GooglePlex di MountainView in California, KMail ottiene, grazie al progetto "Google Summer of Code" e allo studente impegnato nello stesso, Szymon Stefanek, una nuova interfaccia di gestione dei messaggi. Il lavoro dello studente è stato incentrato nello sviluppo di una visualizzazione multi-linea della finestra contenente la lista delle email ricevute. Ma gli sviluppi non si fermano qui. In pratica è stato rivisitato interamente il concetto di come KMail rappresenta le email delle varie cartelle facilitandone la gestione e velocizzandone la fruizione soprattutto per grossi volumi di traffico. Ma vediamo uno screenshot dell'area di KMail interessata maggiormente dalle modifiche:

Salta subito all'attenzione la possibilità di aprire schede per ogni cartella che si vuole visualizzare. Questo può essere utile per connessioni IMAP lente, evitando di dover aspettare che KMail cerchi nuovi messaggi ad ogni cambio di cartella. Le nuove icone che si scorgono di fianco alla barra di ricerca hanno usi diversi che vanno dal filtraggio per stato, mostrando solo le email alle quali è stato assegnato, dall'utente stesso o da un programma come spamassassin, un particolare stato come spam, ham, letto/non letto e le varie etichette che l'utente può creare a piacere:

Il secondo pulsante è già noto. Permette di accedere infatti alla finestra di ricerca avanzata, che rende possibile effettuare ricerche con criteri piuttosto avanzati all'interno delle vostre cartelle. Il pulsante successivo permette invece di ordinare i messaggi secondo vari criteri come data, mittente, destinatario, dimensione o oggetto.

Passando oltre, il quarto pulsante ci inizia a mettere veramente difronte le novità più interessanti. Ci permette infatti di stabilire con quale modalità abbiamo intenzione di raggruppare le email. Avendo infatti un flusso consistente di email risulta estremamente utile poter raggruppare i messaggi con diversi criteri. Con queste nuove funzionalità è possibile raggruppare le email per esempio per mittente, per data, per oggetto del megsaggio e altro:

L'ultimo Pulsante, il quinto, disposto a lato della barra di ricerca serve ad impostare la visualizzazione della lista dei messaggi con vari temi, largamente modificabili dall'utente. KMail include tre tipi di visualizzazione, una classica, una multilinea, una multilinea con lo stato dei messaggi modificabile con un click:

Questi temi preimpostati sono facilmente integrabili dall'utente grazie ad una semplice interfaccia studiata per la creazione degli stessi:

Ma le migliorie non sono tutte qui e oltretutto KMail è in continua via di miglioramento in vista del rilascio di KDE 4.2 atteso per febbraio. KMail si integra a meraviglia all'interno di Kontact, uno strumento indispensabile per tutti coloro abbiano la necessità di tenere sempre a portata di mano posta, calendario, contatti e quant'altro serva per l'organizzazione dei dati personali. Kontact integra infatti tutti gli strumenti PIM di KDE quali Korganizer, aKregator, Knotes e altri.

KMail è liberamente scaricabile e certamente presente nei repository della vostra distro preferita, basta cercare "KMail" nel vostro gestore di pacchetti!

Posta un commento