14 ottobre 2007

IT - Finalmente 10.3!!!

I server sono stracarichi, anche le pagine html si caricano molto lentamente, è segno che l'attività di dowload sui servers della novell è frenetica. Tutti vogliono openSUSE. Io personalmente ho ottenuto la mia copia utilizzando il protocollo bittorrent con il client Ktorrent e invito tutti  fare lo stesso poichè in questo modo non viene saturata la banda dei server inutilmente. Subito dopo aver masterizzato la iso, su Windows XP, si è aperta un'invogliante finestrella che mi chiedeva se volevo installare il sistema operativo. Ma come, lo posso fare direttamente da Windows? Pare di si. no mi resta che provare:
In effetti non installa il sistema operativo direttamente da Windows, carica solo una voce aggiuntiva nel menù di avvio del sistema, permettendo anche a chi non ha idea di che cosa sia un bios di poter avviare il cd/dvd di openSUSE direttamente dal menù di avvio di Windows. Una volta completata l'installazione, al successivo avvio di Windows, il software che ha permesso l'avvio della openSUSE chiede se deve essere eliminato in quanto non più utile. Ben fatto, non c'è che dire. L'installazione è durata all'incirca 40 minuti. Purtroppo non posso fornire screenshots ma il wiki di openSUSE è ben fornito a riguardo e non manca di nulla. Sopra ho detto che l'installazione è durata 40' ma devo anche dire che ho perso un sacco di tempo a causa di un paio di eventi che alla seconda installazione non ho ripetuto, con il risultato di un'installazione perfettamente funzionante nel giro di una mezzora scarsa. Il primo rallentamento, di 10 minuti, è stato causato dal fatto che ho selezionato una nuova opzione dell'installer che non era presente nella 10.2 (voi avreste resistito?), e cioè l'aggiunta automatica dei repository di installazione che si trovano in rete. Questa è sicuramente un'ottima innovazione in quanto non si ha più bisogno di "installare due volte" gli stessi pacchetti che al primo aggiornamento del sistema (spesso e volentieri effettuato all'ultimo passo dell'installazione) risultavano obsoleti. Questo accade perchè il supporto dal quale installiamo la distribuzione rimane lo stesso per tutto il ciclo di vita della stessa quindi, più avanti si va con il tempo, più pacchetti da aggiornare al termine dell'installazione troveremo. Finalmente questo può essere evitato, ma solo se non avete fretta ad installare perchè come detto sopra, con una connessione adsl nella media, questo vi ruberà 10 minuti. Dopo l'aggiunta dei repository il sistema di installazione chiede quale tipologia di pacchetti debba essere installata. Nel mio caso ho scelto l'insieme di base di KDE con la preview di KDE4. Ho notato subito (bugia: sono andato a guardare apposta perchè sapevo di non trovarlo!) l'assenza della suite di gestione del software aziendale, rugh e zenworks. Questi tool in effetti erano a mio avviso un neo delle installazioni non personalizzate della openSUSE nelle sue versioni precedenti ed erano di una lentezza esasperante. Ora tutto è cambiato! Il nuovo zypper (e le librerie delle quali fa uso) sono velocissime, l'installazione di un pacchetto è ora questione di secondi, non di minuti come prima! Per la partizione del disco faccio fare a yast che si dimostra un equo giudice nel valutare le dimensioni da assegnare a ciascuna partizione. Il tutto procede con fluidità, dai repository esterni sono stati scaricati solo alcuni pacchetti (ma non sarà sempre così...) quindi è stato tutto molto veloce fino ad arrivare a 10 secondi dalla fine quando il programma di installazione non è riuscito a trovare un pacchetto, e2fsprog, necessario al primo avvio del sistema! Io dico che non è riuscito a trovarlo, ma ci sono mille motivi per i quali in quel momento quel pacchetto non sia stato trovato sul supporto, e sicuramente se io avessi premuto "Riprova" invece di "Ignora" tutto sarebbe andato liscio e invece mi sono dovuto fermare per altri 5 minuti, dopo l'installazione, durante il primo avvio, per avviare yast, configurare a mano la scheda di rete e installare il pacchetto. Dopo questo episodio non si sono presentati altri problemi di sorta. Tutto liscio come l'olio e più veloce che mai! Infatti la 10.3 ha subìto una revisione approfondita dei passaggi di avvio del sistema, cosa che le ha fatto guadagnare un 40/50% di velocità all'avvio. Non ci credete? provare per credere. A breve farò una comparazione video. Il tema è piacevole e rilassante, non meno dello splendido tema blu della 10.2 che sono sicuro qualcuno riproporrà per la 10.3, anzi, perchè non proporre una serie di varianti dello stesso tema ma in vari colori... Le novità slatano subito all'occhio e le principali sono soprattutto in yast, che ha ricevuto cure particolari per questa release, è stato anche creato un frontend gtk per integrare al massimo gli utenti gnome. Zypper come annunciato (e di conseguenza anche il modulo di gestione pacchetti di yast) è molto più veloce, è stata aggiunta una voce per la configurazione automatica di alcuni dei più utili e famosi repository disponibili. Ora il sistema si accorge se si tenta di riprodurre un file multimediale il quale codec non è installato e propone automaticamente di installarlo e lo fa tramite un'altra delle grandi novità della 10.3: "One Click Install" che è un sistema di installazione di pacchetti automatico e facilissimo che imposta da solo tutto il necessario per l'installazione de pacchetto desiderato. Il pacchetto viene scelto su una comoda interfaccia web sul sito di openSUSE e l'installazione ha inizio nella forma di una procedura guidata che se necessario è anche in grado di aggiungere i repository necessari automaticamente! Eccezionale, complimenti team openSUSE! Dunque è un grande passo in avanti per questa distribuzione che realmente è efficace, e ora lo è veramente sotto tutti i punti di vista se comparata alle altre distribuzioni per Desktop (e per utenti normali) del momento. Grazie!
Posta un commento